lunedì 9 settembre 2013

IL PRIMO CIACK PER LA FICTION SU DON DIANA


Alessandro Preziosi
Sono cominciate stamattina a Frignano le riprese per la fiction su don Giuseppe Diana, “Per amore del mio popolo”, che andrà in onda su Rai1 il 19 marzo del 2014. Il primo ciak alle 8,30 dentro lo spazio della fiera settimanale. Uno spazio che è diventato per l’occasione una stazione di autobus. Sul set, che è stato attrezzato sin dalle primi luci dell’alba, la numerosissima troupe guidata dal regista Antonio Frazzi, insieme al produttore, Giannandrea Pecorelli, responsabile dell’Aurora film che produce la fiction e, ovviamente, l’attore protagonista, Alessandro Preziosi, che interpreta il ruolo di don Diana. Sul posto anche tantissimi cittadini armati di telefonini che per tutto il tempo hanno cercato di fotografare Preziosi, ma sono stati tenuti a debita distanza da vigili urbani e carabinieri.
Nel pomeriggio di ieri l’attore protagonista si era recato a casa della famiglia di don Diana, in via Garibaldi a Casal di Principe, accompagnato dal regista e dal produttore, per incontrare i fratelli e la mamma del sacerdote ucciso. Voleva capire ulteriormente una personalità così semplice, ma al tempo stesso così dirompente, come quella di don Diana. “Ha visitato la stanza di don Peppe che è ancora intatta –  spiega Valerio Taglione responsabile del Comitato don Diana, presente all’incontro -  e ha parlato a lungo con i familiari. Preziosi è venuto per interpretare con lo spirito giusto un sacerdote che con la sua morte ha cambiato il corso della storia di queste terre. Anche per un attore bravo come lui non deve essere facile affrontare questo ruolo. Siamo convinti  - ha aggiunto Taglione - che la scelta di girare buona parte del film nelle terre di don Diana avrà delle ricadute positive, sia economiche che sociali, a partire dall’incremento della presenza di tanti giovani che già da alcuni anni arrivano qui per partecipare ai campi di lavoro di Libera”. Poco dopo le 10 c’è stato il trasferimento della troupe dentro il cantiere di una ditta di autotrasporto di materiali edili, tra Frignano e Casaluce, per girare altre scene. La lavorazione del film andrà avanti per almeno quattro settimane e coinvolgerà anche numerose comparse locali. “Mi auguro – dice Emilio Diana, il fratello di don Giuseppe – che questo film possa dare più forza a quelli che si battono per cambiare questa terra. Solo così potremo dire che il suo sacrificio non è stato invano”.

1 commento:

  1. da non perdere e poi il protagonista, grande attore Alessandro!

    RispondiElimina